L'Agenzia impronta la propria attività al rispetto dei principi di:

  1. a)  cooperazione e partenariato tra ambito pubblico ed ambito privato;
  2. b)  sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza, ai sensi dell'articolo 118 della Costituzione;
  3. c)  integrazione delle funzioni tra i diversi livelli di governo, garantendo le necessarie forme di cooperazione e le procedure di raccordo e di concertazione.

Ai sensi dell'art. 15 della Legge regionale 8 agosto 2014 n.18 e ss.mm.ii., l'Agenzia:

- svolge le attività di interesse regionale in materia di promozione del turismo della Regione, a supporto delle finalità previste dalla presente legge, nel rispetto degli atti di indirizzo e di programmazione regionale, nonché delle direttive degli organi di indirizzo della Regione;

- organizza ogni attività ed iniziativa, in Italia ed all'estero, per favorire la promozione del turismo della Regione, garantendo l'unitarietà, il coordinamento e l'efficacia degli interventi;

- opera per alimentare e diffondere l'immaginario turistico della Regione e per raccogliere, armonizzare, aggiornare e rendere accessibili i flussi di informazione dei servizi del turismo. Per le tematiche afferenti la valorizzazione e la promozione della cultura e dei beni culturali l'Agenzia si coordina con le strutture amministrative regionali e con le società e gli enti in house competenti per materia. L'Agenzia può utilizzare, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza regionale, le strutture regionali competenti per materia o altri enti strumentali della Regione Campania per realizzare azioni di valorizzazione turistica del patrimonio culturale campano;

- aggiorna i contenuti e gli strumenti della comunicazione dell'offerta turistica con i sistemi avanzati della conoscenza scientifica e tecnologica;

- gestisce le attività dei club di prodotto nell'ambito delle politiche turistiche regionali; svolge le attività di promozione e di marketing territoriale, anche attraverso il raccordo delle azioni dei singoli PTL; assicura il monitoraggio dei flussi turistici in Campania; verifica le variazioni quali -quantitative dei servizi; verifica le principali variabili economiche e sociali che influenzano la domanda e l'offerta turistica; rileva disservizi e reclami; esegue indagini conoscitive sulla qualità dei servizi; fornisce il supporto conoscitivo alla programmazione delle attività promozionali e degli investimenti; propone alla Regione l'attuazione di interventi in funzione delle tendenze della domanda turistica nazionale ed internazionale;

- annualmente, sulla base delle indicazioni provenienti dalle istituzioni locali e centrali, predispone l'avviso pubblico per la selezione di progetti che prevedono l'avvio di attività turistiche promosso dai soggetti previsti dal comma 2, dell'articolo 56 del decreto legge n. 5/2012, convertito con modifiche dalla legge n. 35/2012, attribuendo titolo di preferenza alle cooperative o ai consorzi di cooperative sociali di giovani di età inferiore ai trentacinque anni.

Ai sensi dell'art. 4 dello Statuto, approvato con delibera di Giunta regionale n. 213 del 10/04/2018, pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione Campania n.31 del 23 aprile 2018, inoltre, l’Agenzia:

- organizza e coordina i Servizi di informazione ed accoglienza turistica, con la collaborazione dei comuni, delle associazioni pro loco, dei Poli Turistici Locali e delle associazioni del settore turistico ai sensi dell'art. 26 della legge regionale n.18/2014;

- predispone ed aggiorna per le aree di competenza la carta dei servizi turistici regionali ai sensi dell'art. 27 della legge regionale n.18/2014;

- predispone ed aggiorna la carta dei diritti del turista ai sensi dell’art. 28 della legge regionale n. 18/2014 e s.m.i.;

- nel rispetto degli atti di programmazione, di indirizzo e di direttiva regionali, cura l'attuazione delle attività e delle iniziative previste nel piano esecutivo approvato dalla Giunta regionale, di cui agli artt. 17, comma 5, lett. a), e 18, comma 3, lett. c), della legge regionale n.18/2014, in Italia ed all’estero, per favorire la promozione del turismo della Regione, garantendo l’unitarietà, il coordinamento e l’efficacia degli interventi tra cui:

  1. a) la partecipazione coordinata della Regione alle fiere internazionali e nazionali nel settore del turismo e, su incarico della Regione, anche nei settori complementari a quello turistico;
  2. b) la realizzazione di mostre, missioni all’estero, incontri, seminari e work-shop;
  3. c) la promozione di manifestazioni, eventi e ogni altra iniziativa di interesse turistico culturale anche in concorso con enti, associazioni, consorzi di operatori turistici ed organismi culturali ivi comprese le associazioni pro-loco;
  4. d) la realizzazione e la diffusione di materiale illustrativo e informativo, pubblicitario ed editoriale, anche attraverso strumenti pubblicitari e mezzi di informazione in raccordo con gli uffici regionali preposti;

- può svolgere ogni altra attività affidata dalla Regione, in esecuzione della legge regionale n.18/2014 e s.m.i., ovvero in attuazione degli strumenti programmatori, anche in riferimento a leggi nazionali e a programmi comunitari, interregionali e regionali nella materia del turismo per il perseguimento delle finalità statutarie, nel rispetto della disciplina comunitaria, nazionale e regionale di riferimento e relative disposizioni di attuazione;

- può sottoscrivere convenzioni, intese ed accordi di partenariato e collaborazione con soggetti pubblici e privati e partecipare, previa autorizzazione della Giunta Regionale, a soggetti pubblici, enti, fondazioni, consorzi e società aventi scopi analoghi o affini ai propri;

- pone in essere tutte le attività strumentali, accessorie e connesse al perseguimento delle finalità definite dal presente statuto e dalle normative vigenti in materia di turismo.

Ai sensi dell'art. 2 del Regolamento per l'organizzazione ed il funzionamento, infine, il principale fine istituzionale dell'Agenzia, in linea con quanto stabilito dalla legge regionale 8 agosto 2014, n. 18 e s.m.i, è lo svolgimento di ogni attività di interesse regionale in materia di promozione del turismo della Regione.

L’organizzazione dell'Agenzia si conforma ai principi di efficienza, economicità, imparzialità, trasparenza, adeguatezza e proporzionalità dell’azione amministrativa.

L’assetto organizzativo è volto a stimolare e promuovere:

- la partecipazione attiva, la crescita e l’autonomia professionale di ciascun dipendente e la responsabilità dello stesso per il conseguimento dei risultati, secondo il diverso grado di qualificazione e di autonomia decisionale;

- la multidisciplinarietà degli interventi e lo scambio delle conoscenze;

- la specializzazione tematica e tecnico-scientifica per assicurare e migliorare la qualità delle prestazioni, garantire il miglior rapporto costi/benefici degli interventi e razionalizzare le risorse;

- la flessibilità nell’organizzazione delle articolazioni strutturali e nell’impiego del personale, nel rispetto delle qualifiche di appartenenza e delle specifiche professionalità;

- le economie di scala mediante la concentrazione di risorse tecnologiche e tecniche all’interno di specifiche unità organizzative;

- la formazione, quale strumento per migliorare la conoscenza, il livello delle prestazioni del personale e accrescerne la professionalità.